PONENTE 270 2019
560
product-template-default,single,single-product,postid-923,theme-bridge_new,bridge-core-2.2.3,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-product-single-tabs-on-bottom,qode-theme-ver-21.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive
 

Shop

PONENTE 270 2019

13,00

 

Produttore: Podere Cipolla

Territorio: Emilia Romagna

L’obiettivo del “Ponente 270” è quello di ripercorrere la tradizione reggiana di fare il Lambrusco, ovvero utilizzare diverse varietà lambrusche per dare complessità aromatica e gustativa al vino finale. Questo vino è ottenuto dell’unione di tutte le varietà lambrusche presenti nella collezione aziendale. Macerazione classica di quattro giorni ed una buona acidità ci consentono di ottenere un prodotto dalla grande beva, molto piacevole, ma mai banale, che rispecchia il lambrusco in tutte le sue fragranti sfumature.

Alc. 11,50%

L’azienda agricola “Podere Cipolla” si trova a Coviolo, all’interno del nuovo Parco del Modolena, a Sud dell’antica Via Emilia e alle porte della città di Reggio Emilia, quindi nel cuore di una delle zone enogastronomiche più famose al mondo. Tutto intorno al Podere dalla “bassa” emiliana alle valli dell’Enza e del Secchia e’ un susseguirsi di Aziende agricole, caseifici, latterie, salumifici, ristoranti ed agriturismi che hanno reso celebre questo territorio in tutto il mondo. E’ un piccolo-grande mondo segnato dal passaggio del “Grande Fiume” di Tonino Guareschi, particolarmente “frizzante” con i suoi lambruschi, il Parmigiano Reggiano, i salumi, l’Aceto balsamico ma anche ricco di attrattive naturalistiche e culturali. Un luogo dove rimane facile farsi prendere per la gola. La prima vendemmia per l’azienda agricola Podere Cipolla è stata quella del 2007, ma il vino lo si era iniziato a pensare nel 2003, quando il vigneto è stato impiantato. L’obbiettivo era ed è produrre uve perfette sia a livello sanitario che qualitativo, cosa possibile solo se si parte da una cura attenta e “maniacale” del vigneto, il tutto nel pieno rispetto dell’ambiente e della biodiversità.

Categorie: , Tag: ,